Workshop a Venezia - Photo Workshop Italia

La città di Venezia

Workshop & informazioni

“La laguna è opera antica della natura. (…) L’arte umana s’impadronì dei punti più eminenti, e così nacque Venezia, collegando in sé cento isole, circondata da cento altre.”

Johann Wolfgang Goethe

Venezia, capoluogo della Regione Veneto, è una città lagunare che si affaccia sul Mar Adriatico; costituita da circa 18 isolette collegate da ponti, è attraversata dal Canal Grande, un lungo ”serpente d’acqua” a forma di ”S” rovesciata. Nel nucleo storico della città, di poco più di 7 km quadrati, è concentrato un ricco patrimonio storico-artistico tra cui 107 chiese e 600 palazzi d’epoca di cui circa 200 affacciati sul Gran Canal.

Da non perdere a Venezia

Ci sono luoghi di Venezia che vale la pena visitare, approfittando di qualche ora di libertà, per conoscere meglio questa affascinante città ricca di storia e arte. Ve ne consigliamo alcuni, particolarmente suggestivi.

Piazza San Marco

Piazza-San-MarcoPiazza San Marco, nota come ‘il salotto d’Europa’, è una delle più importanti piazze italiane e l’unica a Venezia: tutti gli altri spazi della città in forma di piazza sono nominati campi. Di forma trapezoidale è lunga 175 metri; al centro svetta l’imponente Campanile di San Marco ed è racchiusa da edifici pieni di storia quali le Procuratie vecchie, nuove e nuovissime, la Basilica di San Marco, il Palazzo Ducale ed il Museo Correr.

Basilica di San Marco

Basilica-di-san-marcoFondata nel IX secolo, la chiesa ebbe in origine pianta basilicale a tre navate; la configurazione attuale si deve agli interventi condotti a partire dal 1060 che, con l’aggiunta delle due ali laterali, delinearono l’impianto a croce greca, sormontata da una grande cupola centrale e quattro cupole minori in corrispondenza dei bracci. Quasi contemporaneamente iniziò la decorazione interna con preziosi mosaici a fondo oro (XII-XV secolo). A questo edificio fu poi incorporato il nartece, inizialmente di tre lati, dei quali venne eliminato il destro con la realizzazione del battistero e della cappella Zen. Nel XIII secolo vennero sopraelevate le cupole, realizzate con struttura lignea e rivestimento esterno in lastre di piombo.

Campanile di San Marco

Campanile_San_Marco

Il campanile rappresenta il principale riferimento visivo della città con i suoi quasi 100 m di altezza. Fu ristrutturato a inizio ‘500 su progetto di Giorgio Spavento; crollato nel 1902, il Consiglio Comunale ne completò la ricostruzione nel 1912. La loggetta alla base, un tempo sede del corpo di guardia degli Arsenalotti, è del Sansovino (1537-49), ma fu sopraelevata (terrazza e balaustra) nel ‘600 e, dopo il crollo del campanile, ricostruita rimettendo insieme i frammenti originari.

 

Ponte di Rialto

Ponte_di_RialtoIl ponte di Rialto è il più famoso e uno dei quattro ponti, assieme al Ponte dell’Accademia, al Ponte degli Scalzi e al Ponte di Calatrava che attraversano il Canal Grande. La primaria struttura in legno del 1250 fu sostituita dall’attuale ponte in pietra ad arcata unica, completato nel 1591 su disegno di Antonio Da Ponte. Due rampe inclinate con gradini e negozi su entrambi i lati, portano a una sezione centrale. Tutto il ponte è coperto da un porticato.

Mercato di Rialto

mercato-di-rialtoIl Mercato di Rialto è situato tra Campo de la Pescaria e Campo San Giacometo, nei pressi dell’omonimo Ponte e nel cuore del centro storico di Venezia. Il Mercato ospita il tradizionale mercato del pesce, che si tiene sotto le logge della Pescheria, ed il mercatino di frutta e verdura. È animato sia dai veneziani in cerca di prodotti tipici che dai turisti curiosi fin dalle prime ore del mattino in qualsiasi giorno della settimana, escluso la Domenica.

Scuola Grande di San Marco

Scuola-grande-di-San-MarcoLa Scuola Grande di San Marco è un edificio rinascimentale che si affaccia sul Campo Santi Giovanni e Paolo nel sestiere di Castello. Sorta nel 1260 con scopi religiosi ed umanitari, oggi è sede dell’Ospedale Civile. La facciata è composta da edicole, lesene corinzie e statue in marmo bianco e policromo attribuite queste ultime alla bottega dei Lombardo.

Palazzo Ducale

Palazzo-ducale-veneziaSimbolo del governo della Repubblica e massima espressione dell’architettura gotica veneziana, venne fondato come castello nel secolo IX e subì la prima radicale trasformazione nel 1172-78, divenendo residenza del Doge e sede della principali istituzioni della Repubblica (il Maggior ed il Minor Consiglio) e di altri uffici di magistratura. Successivamente seguirono altre fasi di costruzione tra il 1340 ed il Seicento fino ad arrivare all’aspetto attuale; l’edificio ora si configura come un volume regolare, svuotato da un portico al piano terra e al primo, da una loggia, su cui corre un fronte decorato con pietre bianche e rosate. Nell’ala orientale che ospitava il governo e le sale di rappresentanza sono conservate diverse opere di Giambattista Tiepolo, Jacopo Tintoretto e Paolo Veronese.

Palazzo Contarini del Bovolo

Edificato alla fine del Quattrocento per volere della famiglia Contarini è famoso per torre scalare con la scala a chiocciola (bovolo in veneziano). Si trova in sestriere San Marco in prossimità di Campo Manin. In stile tardo gotico nel 1499 Pietro Contarini fece costruire sul cortile interno un corpo in stile rinascimentale che ha logge aperte con archi a tutto sesto o ribassati. La torre disegnata da Giovanni Candi o, secondo ipotesi più recenti da Giorgio Spavento termina in un belvedere a cupola da cui ammirare la città.

Venezia in sintesi

Venezia, capoluogo della Regione Veneto, è una città lagunare che si affaccia sul Mar Adriatico; costituita da circa 18 isolette collegate da ponti, è attraversata dal Canal Grande, un lungo ”serpente d’acqua” a forma di ”S” rovesciata. Nel nucleo storico della città, di poco più di 7 km quadrati, è concentrato un ricco patrimonio storico-artistico tra cui 107 chiese e 600 palazzi d’epoca di cui circa 200 affacciati sul Gran Canal.

Le origini di Venezia sono databili a ridosso dell’invasione longobarda in Italia. Nasce sui resti di un sistema di insediamenti periferico della X Regio romana detta “Venetia et Histria”. Tra V e VII secolo molti abitanti del Veneto, spinti dalle continue incursioni longobarde, iniziarono a stabilirsi nella laguna, in precedenza abitata soltanto da pescatori itineranti e lavoratori del sale. Tutte queste comunità che andavano a crearsi nel 584 d. C.  si costituirono in un ducato, ed entrarono a far parte dell’esarcato di Ravenna fino al 751, quando il ducato di Venezia si costituì come entità politica autonoma circondata da due grandi imperi (bizantino e franco) posizione non facile in cui cercava di rafforzare il suo potere e soprattutto i commerci, tentando di mantenere posizioni equidistanti tra papato ed impero. All’inizio del XIV secolo, Venezia aveva ormai interessi commerciali e politici molto vasti e scontri sia in Italia che nel Mediterraneo. Dal 1000 al 1500 la flotta commerciale veneziana, che ricevette l’appellativo di “Serenissima“, estese i domini e creò colonie sul Mediterraneo e sul Mar Nero.

A partire dal Seicento, Venezia ebbe uno sviluppo culturale e artistico, ma alla fine del XVIII secolo, con la conquista di Bonaparte della pianura padana, Venezia iniziò a conoscere il suo declino politico e militare. Nel 1797 ebbe fine la Serenissima e Venezia passò all’Austria. Nel 1866 durante la III Guerra d’Indipendenza l’Austria venne sconfitta e Venezia si unì al Regno d’Italia.

Accanto alla conformazione che rende Venezia unica al mondo va ricordato il famoso Carnevale di Venezia, che risale al X secolo, e la Regata Storica, sfilata delle imbarcazioni – fra cui le splendide gondole – che hanno fatto la storia della città, attirando visitatori e fotoamatori.

Come arrivare a Venezia

Arrivare in autoIn auto
A Venezia si può arrivare in auto tramite le strade statali SS 11 da Padova-Torino (Brentana-Padana), la SS 13 da TReviso (Terraglio), la SS da Trieste (Triestina) e la SS 309 dalla Costa Adriatica (Romea). Le autostrade da percorrere sono invece la A4 da Torino o da Trieste, la A13 da Bologna e la A27 da Belluno.

Arrivare in trenoIn treno
La Stazione ferroviaria di Venezia si chiama Venezia Santa Lucia; appena usciti si trovano le fermate delle principali linee di navigazione pubblica di Venezia gestite da Actv, (per andare a S. Marco con il vaporetto, prendere la linea 1 o 2).

Arrivare in aereoIn aereo
Gli aeroporti più vicini per raggiungere Venezia sono il Marco Polo a Tessera (VE) e il Canova in località S.Angelo (TV).